Caffè

Il caffè non fa dormire? Non è una novità. Il caffè modifica il nostro orologio interno come quando partiamo e c’è un diverso fuso orario? Questo non lo sapevate vero?

Secondo gli studi un gruppo di ricercatori inglesi e degli States la caffeina farebbe saltare il normale ritmo biologico.

La ricerca degli scienziati si è basata su alcuni esperimenti su un gruppo 5 volontari per più di un mese e mezzo, sottoponendoli a diverse condizioni:

  •  assumere una dose di caffeina equivalente a due caffè espresso circa tre ore prima di andare a dormire, nella penombra, oppure essere esposti nelle ore serali a una luce molto forte, oppure la combinazione di caffeina e luce forte. È ben noto che l’arrivo del buio produce una risposta fisiologica, attraverso l’ormone melatonina, che predispone al sonno, mentre la luce ha l’effetto di ritardarlo.

La caffeina ha dimostrato di avere lo stesso effetto della luce: in pratica fa saltare il ritmo dell’orologio biologico ritardando l’arrivo del sonno di circa 40 minuti, la metà di quanto si ottiene rimanendo esposti alla luce al momento di andare a letto.

I ricercatori hanno anche scoperto qual è il meccanismo con cui la caffeina produce questo risultato sull’organismo. In questo modo hanno osservato che la caffeina può bloccare nelle cellule i recettori dell’ormone adenosina, che normalmente promuove il sonno.

Quindi è evidente che la caffeina ha potenzialità enormi ed è quindi consigliabile non farne abuso.

 

Lascia un commento: