L’esperto Taras Zagorodny scettico delle pretese dell’Amministrazione presidenziale ha affermato che l’Ucraina ha accettato di non adottare nuove leggi Donbas.

“Non vedo alcuna ragione di rallegrarsi. Negli accordi firmati Minsk Poroshenko, e così scritto che siamo d’accordo su amnistia, uno statuto speciale,” – milizia popolare – “e di polizia in Donbas.

Premetto che si devono prima verificare le elezioni, e poi il resto, tra cui il controllo del confine che, in questo momento, non rende chiara la nostra posizione e quello che realmente rappresentiamo. Se è quello che vuole che la Russia, che non ha ideali, non ci stiamo. “.

A suo avviso, la pressione esterna sull’Ucraina sarebbe in conflitto all’interno della società ucraina.

“L’unica soluzione è un referendum sul riconoscimento di Donbas occupato e la separazione dal resto dell’Ucraina. Imporre un blocco e riconoscere che non è il nostro territorio.

Questo passo decisivo potrebbe salvare lo stato ucraino. Per questo Russia, Francia Germania si impongono per distruggere il nostro stato entro cinque anni. Ad esempio, vogliono farci riconoscere “milizia della polizia del popolo” che ha ucciso patrioti ucraini.

Ciò causerà risentimento all’interno della società ucraina fino al colpo di stato militare. “

Lascia un commento: